Vini di Sardegna
NASCO DI CAGLIARI DOP

Il Nasco di Cagliari bianco si presenta con un aspetto che può spaziare dal giallo paglierino al dorato. Il sapore che lo accompagna è gradevole, caratteristico e manifesta un gusto che può andare dal secco al dolce. Le note olfattive rivelano un vino fine e delicato, con un titolo alcolometrico volumico totale minimo di 13,5% vol. Le varianti Liquoroso e Liquoroso riserva (17,5% vol.), invece, hanno una colorazione che può andare dal giallo paglierino all’ambrato, abbinata ad un odore intenso, etereo, impreziosito da sentori di frutta matura; il sapore è gradevole e va dal secco al dolce.

View More Vini di Sardegna
NASCO DI CAGLIARI DOP

Vini di Sardegna
MOSCATO DI SORSO – SENNORI o MOSCATO DI SORSO o MOSCATO DI SENNORI DOP

Il Moscato di Sorso-Sennori bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 14% vol.) è un vino dalla piacevole colorazione giallo dorato, con odore intenso e caratteristico e un sapore dolce, fine e vellutato. La colorazione dorata la si ritrova nel Passito (13% vol.), che spicca per l’odore etereo e per il sapore dolce, pieno e mielato. Anche il vino Liquoroso (17,5% vol.) è giallo dorato, con odore intenso, caratteristico ed etereo e un gusto dolce, complesso e fine. Lo Spumante (14,5% vol.), invece, è giallo paglierino, accompagnato da una spuma fine ed evanescente, e presenta un odore aromatico, delicato e caratteristico, mentre al palato risulta dolce e fruttato, con elementi tipici del Moscato.

View More Vini di Sardegna
MOSCATO DI SORSO – SENNORI o MOSCATO DI SORSO o MOSCATO DI SENNORI DOP

Vini naturali: definizione, caratteristiche e proprietà

Vini Naturali – A differenza di quanto accade per i vini biologici o biodinamici, per quelli “naturali” non esistono ancora riferimenti legislativi o normativi, pertanto non è possibile fornirne una definizione ufficiale. Ciò nonostante, si può fare riferimento alla “Analisi integrata delle principali fonti statistiche e amministrative sulla produzione di vino in Italia” pubblicata dall’ISTAT nel 2020, all’interno della quale si legge che “la filosofia del vino naturale è concepita perché il prodotto sia ottenuto non utilizzando nessuna delle sostanze ammesse in vinificazione dalle altre metodologie (a parte bassissimi quantitativi di anidride solforosa)”.

View More Vini naturali: definizione, caratteristiche e proprietà

Vini di Sardegna
MOSCATO DI SARDEGNA DOP

Il Moscato di Sardegna bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 14% vol.) presenta un tipico aspetto giallo dorato e spicca per l’intensità del suo aroma caratteristico, abbinato ad un sapore dolce e vellutato. Anche lo Spumante (11,5% vol.) è giallo paglierino, impreziosito però da una spuma fine ed evanescente; l’odore è aromatico, delicato e caratteristico; il sapore è dolce, delicato e fruttato. Le varianti Passito (16% vol.) e Uve stramature (15% vol.), invece, hanno una tonalità che spazia dal dorato all’ambrato, con odore intenso e caratteristico e sapore dolce e vellutato (che si fa più fine nella versione Uve stramature).

View More Vini di Sardegna
MOSCATO DI SARDEGNA DOP

Vini di Sardegna
GIRÒ DI CAGLIARI DOP

Il Girò di Cagliari, identificato dalla Denominazione Origine Protetta, è un vino rosso, prodotto anche nella versione Liquoroso e Liquoroso riserva.
Uvaggio
Tutte le tipologie di vino Girò sono prodotte esclusivamente con uve provenienti da vigneti composti dal solo vitigno Girò. Nei limiti del 5%, però, è ammessa anche la presenza di vitigni diversi, purché idonei alla coltivazione in Sardegna.
Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche
Il Girò di Cagliari rosso si presenta con una tonalità rubino più o meno tenue. Ha un odore fine e delicato, abbinato ad un sapore gradevole, che può spaziare dal secco al dolce. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 13,5% vol. Nelle varianti Liquoroso e Liquoroso riserva, invece, il titolo alcolometrico sale fino a 17,5% vol. Questa versione presenta una colorazione rossa con diversi livelli di intensità, che invecchiando tende all’aranciato. L’odore è ugualmente fine e intenso e il sapore gradevole, con uno spettro che va dal secco al dolce.
Zona di produzione delle uve
La zona di produzione è piuttosto ampia e interessa quattro diverse province sarde: Cagliari, Medio Campidano, Carbonia-Iglesias e Oristano. Si tratta di un’area molto variegata, sia dal punto di vista dei terreni che da quello del clima.
Specificità e note storiche
Il Girò è uno dei vini sardi più longevi e rinomati. Secondo il Mameli, arrivò nell’isola al seguito dei dominatori spagnoli. Il suo successo, però, è legato soprattutto all’amministrazione piemontese del 1700 e alla sua politica viticola.

View More Vini di Sardegna
GIRÒ DI CAGLIARI DOP

Vini di Sardegna
ARBOREA DOP

Il Sangiovese rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) ha un colore rosso rubino, l’odore è intenso e vinoso, il sapore è asciutto, ma morbido, fresco e aromatico. La versione rosata invece (11% vol.) ha un colore rosato tendente al cerasulo, l’odore è delicato, il sapore è asciutto, sapido, armonico e fresco. Il Trebbiano (10,5% vol.) ha un colore giallo paglierino, talvolta con riflessi verdolini, l’odore è tenue e delicato, il sapore è secco o amabile fresco, leggermente acidulo. Il Trebbiano frizzante (10,5% vol.) invece ha spuma fine ed effervescente, il colore è giallo paglierino talvolta con riflessi verdolini, il sapore è secco o amabile e fresco, leggermente acidulo e armonico.

View More Vini di Sardegna
ARBOREA DOP

Vini di Sardegna
ALGHERO DOP

I vini “Alghero” presentano buon equilibrio strutturale, sono sapidi con marcati sentori di salinità. I bianchi (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10-11% vol.) sono di color giallo paglierino carico, oppure oro tendente all’ambrato (Passito, 13,5% vol.), con lievi riflessi verdognoli (Sauvignon, Chardonay), l’odore è gradevole, delicato e fruttato, il sapore è sapido, armonico e pieno. Gli spumanti (11.5% vol.) invece sono color giallo paglierino carico o scarico (Vermentino), con spuma fine ed effervescente (Torbato) o persistente; l’odore è gradevole, fruttato; il sapore va da Brut a dolce, è fruttato e armonico. I rosati (vol. 10.5%), di color rosato, hanno odore vinoso, delicato e gradevole; il sapore è armonico, asciutto o morbido. Lo spumante rosato ha spuma fine ed effervescente. I rossi, invece (vol. 11-12.5%), sono color rosso rubino.

View More Vini di Sardegna
ALGHERO DOP

Vini di Puglia
TARANTINO IGP

Il bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10% vol.) è color giallo paglierino più o meno intenso, con odore gradevole e delicato e gusto fresco, da secco ad abboccato. La tipologia rosso (11,50% vol.) presenta colore dal rosso rubino al granato, abbinato ad odore gradevole, caratteristico e a un sapore da secco ad abboccato, armonico. La versione rosato (11% vol.) ha color rosa più o meno intenso, odore caratteristico e fruttato e gusto da secco ad abboccato, armonico. Per i caratteri peculiari delle altre tipologie, monovitigno e con vinificazione particolare, si rimanda alle indicazioni contenute nel disciplinare.

View More Vini di Puglia
TARANTINO IGP

Vini di Puglia
VALLE D’ITRIA IGP

‘Indicazione Geografica Protetta “Valle d’Itria” comprende i vini bianchi che si presentano con colore giallo paglierino più o meno intenso; all’olfatto sono gradevoli e delicati, mentre il sapore è fresco con gusto da secco ad abboccato. Il rosso è caratterizzato da un colore che può variare dal rosso rubino al granato, odore gradevole e caratteristico e gusto armonico, da secco ad abboccato. Il rosato, infine, è di color rosato più o meno intenso, con profumo caratteristico, fruttato e gusto da secco ad abboccato, armonico. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 10,50% vol. per il bianco, 11% per il rosato, 11,50% vol. per il rosso. I parametri possono variare in funzione del vitigno e della tipologia di vino: per una caratterizzazione più puntuale si rimanda alle informazioni contenute nel disciplinare.

View More Vini di Puglia
VALLE D’ITRIA IGP

Vini di Puglia
PUGLIA IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “Puglia” comprende vini bianchi che si presentano con colore giallo paglierino più o meno intenso; all’olfatto sono fruttati, mentre il sapore è tipico, secco, sapido. Il Rosso è caratterizzato da un colore intenso con sfumature violacee, odore fruttato e complesso, gusto armonico e tipico. Il Rosato, infine, è di colore cerasuolo con profumo intenso e persistente e gusto secco e caratteristico. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 9,50% vol. per i frizzanti e gli spumanti, 10% vol. per il Bianco e il Rosato, 10,50% per il Rosso, 11% vol. per il Novello. I parametri possono variare in funzione del vitigno e della tipologia di vino; per una caratterizzazione più puntuale si rimanda alle informazioni contenute nel disciplinare.

View More Vini di Puglia
PUGLIA IGP