Vino della Basilicata
BASILICATA IGP

I vini a IGP “Basilicata” Bianco presentano un colore giallo paglierino, con odore fruttato e sapore secco e sapido. Il bianco passito si differenzia per il colore giallo tendente all’ambra. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 10,50% vol. per il bianco e 13% vol. per il passito. La versione Rosso ha un colore rosso rubino, un profumo fruttato e un sapore armonico. Il rosso passito, invece, si differenzia per il colore tendente al granato. Il titolo alcolometrico minimo è pari a 11% vol. per il rosso e 14,5% vol. per il passito. Il rosato (11% vol.) ha un colore rosato cerasuolo, con un profumo persistente ed un sapore secco. Le tipologie “novello” e “frizzante” devono avere un titolo alcolometrico minimo pari rispettivamente a, 11,00% vol. e 10,50% vol.

View More Vino della Basilicata
BASILICATA IGP

Vino della Basilicata
MATERA DOP

Pur con le peculiarità che ogni tipologia presenta, e che sono puntualmente descritte nel disciplinare, i vini Matera presentano diversi tratti in comune. A partire dall’ottima struttura, abbinata ad un’acidità normale e ad un notevole equilibrio gustativo. All’aspetto si presentano rosso rubino, cerasuolo o giallo a paglierino, a seconda delle produzioni. Tonalità che vengono ulteriormente diversificate a seconda del periodo di invecchiamento. Tutti i vini della denominazione, però, rilasciano aromi fruttati e floreali.

View More Vino della Basilicata
MATERA DOP

Vini d’Abruzzo
TERRE DI CHIETI IGP

Terre di CHieti IGP Il Bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10% vol.), anche Frizzante, è di color giallo paglierino, con un intenso odore fruttato e un gusto secco, sapido, mentre la tipologia Passito (16% vol.) ha colore tendente all’ambra con l’invecchiamento. Il Rosso (10,50% vol.), anche Frizzante, è di color rosso rubino, con profumo fruttato e sapore armonico e tipico. Il Novello (11% vol.) ha riflessi violacei e gusto fresco e vellutato, mentre il Rosso passito (16% vol.) ha un colore tendente al granato, con odore intenso e sapore dolce e vellutato. Il Rosato (10,50% vol.) anche Frizzante, presenta colore rosa con profumo intenso, persistente e sapore tipico, secco, mentre il Rosato novello (11% vol.) ha odore fruttato e il gusto fresco e vellutato. Nelle varianti monvitigno, infine, emergono caratteristiche organolettiche peculiari,

View More Vini d’Abruzzo
TERRE DI CHIETI IGP

Vini d’Abruzzo
TERRE AQUILANE o TERRE DE L’AQUILA IGP

Terre Aquilane o Terre de L’Aquila IGP Il bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.), anche frizzante, è di color giallo paglierino, con un intenso odore fruttato e un gusto tipico, secco, sapido. Diversamente, la tipologia passito (16%) ha colore tendente all’ambra con l’invecchiamento. Il rosso (11% vol.), anche frizzante, è di color rubino con profumo fruttato, complesso e sapore armonico, tipico. La versione novello (11,50% vol.) ha riflessi violacei e un gusto fresco e vellutato. Il Passito (16% vol.), invece, ha un colore tendente al granato, con odore intenso e sapore dolce e vellutato. Il rosato (10,50% vol.) anche frizzante, presenta un colore rosa più o meno carico con profumo intenso, persistente e sapore tipico e secco. Per le variazioni sui parametri in funzione del vitigno utilizzato si rimanda al disciplinare.

View More Vini d’Abruzzo
TERRE AQUILANE o TERRE DE L’AQUILA IGP

Vini d’Abruzzo
COLLI APRUTINI IGP

I vini IGP “Colli Aprutini” bianco e bianco frizzante (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,00% vol.) presentano un colore giallo paglierino con un profumo fruttato e un sapore secco e sapido. Il bianco passito (16,00% vol.) tende al color ambra con l’invecchiamento. La versione rosso (10,50% vol.), anche frizzante, abbina il colore rosso rubino con un profumo fruttato e un sapore armonico. Il rosso passito (16,00% vol.) tende al color granato, con odore intenso e sapore dolce, vellutato. Il novello (11,00% vol.), invece, si differenzia per i riflessi violacei. Il rosato (10,50% vol.), anche frizzante, è di colore rosa e si caratterizza per un odore persistente e un sapore tipico, secco. I parametri possono variare in funzione del vitigno utilizzato, come indicato puntualmente nel disciplinare.

View More Vini d’Abruzzo
COLLI APRUTINI IGP

Vini d’Abruzzo
del VASTESE o HISTONIUM IGP

I vini ad IGP “del Vastese” o “Histonium” bianchi (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,00% vol.), anche frizzanti si presentano di color giallo paglierino, odore fruttato e sapore secco. La tipologia passito (16,00% vol.) è tendente all’ambra a seconda dell’invecchiamento. Il rosso (10,50% vol.), anche frizzante, è di color rosso rubino, con un profumo fruttato e un sapore armonico. Il rosso novello (11,00% vol.) ha riflessi violacei, mentre la versione passito è tendente al granato ed ha sapore dolce. Il rosato (10,50% vol.), anche frizzante, è di color rosa, profumo persistente e sapore secco, mentre il rosato novello (11,00% vol.) si distingue per l’odore fruttato e il sapore fresco. I parametri possono variare in funzione del vitigno utilizzato.

View More Vini d’Abruzzo
del VASTESE o HISTONIUM IGP

Vini d’Abruzzo
COLLINE FRENTANE IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “Colline Frentane” è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti da vigneti composti, da uno o più vitigni idonei alla coltivazione in Abruzzo. È prevista una quota minima dell’85% per la specificazione dei vitigni a bacca bianca Chardonnay, Cococciola, Falanghina, Fiano, Greco, Malvasia bianca lunga, Manzoni bianco, Montonico, Moscato, Passerina, Pecorino, Pinot bianco, Pinot grigio, Sauvignon, Trebbiano, Vermentino, per le uve a bacca bianca. È prevista una quota minima dell’85% per la specificazione delle uve a bacca nera Aglianico, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Ciliegiolo, Merlot, Pinot nero, Primitivo, Sangiovese, Syrah. Per la restante parte (massimo 15%) possono essere utilizzate le uve dei vitigni a bacca di colore corrispondente, idonei alla coltivazione in Abruzzo.

View More Vini d’Abruzzo
COLLINE FRENTANE IGP

Vini d’Abruzzo
COLLINE TEATINE IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “Colline Teatine” è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti da vitigni idonei alla coltivazione in Abruzzo. È possibile specificare uno dei vitigni, a bacca bianca Bombino, Chardonnay, Cococciola, Falanghina, Fiano, Garganega, Greco, Malvasia, Manzoni bianco, Montonico, Moscato, Passerina, Pecorino, Pinot bianco, Pinot grigio, Riesling, Sauvignon, Trebbiano, Vermentino, e, a bacca nera, Aglianico, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Ciliegiolo, Merlot, Pinot nero, Primitivo, Sangiovese, Syrah. In questi casi, il vino deve esser prodotto da uve provenienti, per almeno l’85%, dal corrispondente vitigno. A concorrenza, possono essere utilizzati altri vitigni a bacca di colore corrispondente, non aromatici, idonei alla coltivazione in Abruzzo, fino ad un massimo del 15%.

View More Vini d’Abruzzo
COLLINE TEATINE IGP

Vini d’Abruzzo
COLLINE PESCARESI IGP

I vini ad IGP “Colline Pescaresi” devono essere ottenuti da uve provenienti da vitigni idonei alla coltivazione in Abruzzo. La specificazione di uno dei vitigni a bacca bianca (Biancame, Bombino, Chardonnay, Cococciola, Falanghina, Fiano, Greco, Malvasia, Manzoni bianco, Montonico, Moscato, Mostosa, Passerina, Pecorino, Pinot bianco, Pinot grigio, Riesling, Sauvignon, Sylvaner verde, Traminer, Trebbiano, Vermentino) o di uno dei vitigni a bacca nera (Aglianico, Barbera, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Ciliegiolo, Dolcetto, Maiolica, Malbech, Merlot, Pinot nero, Primitivo, Sangiovese, Syrah) è riservata ai vini composti per almeno l’85% dal corrispondente vitigno. A completamento, possono essere utilizzate le uve dei vitigni idonei alla coltivazione in Abruzzo fino ad un massimo del 15%.

View More Vini d’Abruzzo
COLLINE PESCARESI IGP

Veneto
I SUOI VINI DOP

Il Veneto si contende il posto di prima regione d’Italia in termini di volume di produzione di vino. Tra i vini che vengono prodotti nella regione vi sono nomi famosi a livello mondiale, quali Amarone, Recioto, Soave, Prosecco, Valpolicella e Bardolino. Una delle ragioni del grande successo del Veneto in campo enologico è il suo patrimonio di vitigni autoctoni, tra i quali Garganega, Trebbiano di Soave e Prosecco a bacca bianca, Corvina, Rondinella, Molinara e Raboso a bacca nera. L’altra ragione è la diversità territoriale, con zone caratterizzate da suoli alluvionali o vulcanici, con zone collinari o pianeggianti, che consentono la produzione di vini di tipologie diverse, da quelli leggeri e beverine, a più quelli corposi ed impegnativi.

View More Veneto
I SUOI VINI DOP