Cappelletti ferraresi o caplìt PAT Emilia Romagna

Prodotto Agroalimentare Tradizionale dell’ Emilia Roma

I cappelletti ferraresi rappresentano un capolavoro culinario che affonda le sue radici nella tradizione gastronomica della città di Ferrara, situata nella regione dell’Emilia-Romagna, nel cuore dell’Italia. Questi piccoli gioielli di pasta ripiena incarnano la maestria e la passione della cucina locale, offrendo un’esperienza gustativa unica e indimenticabile.

La Storia Dietro i Cappelletti Ferraresi: La storia dei cappelletti ferraresi risale a secoli fa, quando le donne di casa mettevano a punto ricette tramandate di generazione in generazione. La forma distintiva a cappello di questi tortellini è nata dalla creatività delle donne ferraresi, che cercavano di preparare un piatto delizioso e allo stesso tempo accattivante dal punto di vista estetico.

Gli Ingredienti Autentici: La preparazione dei cappelletti inizia con la creazione di una sfoglia sottile, realizzata con farina di grano tenero e uova fresche. Il ripieno tradizionale è composto da carne di maiale, prosciutto crudo, parmigiano-reggiano e un pizzico di noce moscata. Questa combinazione di ingredienti dona ai cappelletti un sapore ricco e complesso.

Il Processo Artigianale: La creazione dei cappelletti è un processo artigianale che richiede abilità e precisione. Le sfoglie di pasta vengono stese finemente e ritagliate in piccoli cerchi. Successivamente, ogni cerchio viene farcito con il ripieno, piegato a mezzaluna e modellato in modo da assomigliare a un cappello, da cui il nome “cappelletti”.

La Tradizione della Consumazione: I cappelletti ferraresi sono spesso serviti in brodo caldo, creando un piatto confortante e avvolgente, perfetto per le fredde giornate invernali. La tradizione di gustare i cappelletti in brodo è radicata nella cultura locale e aggiunge un elemento di calore e familiarità al pasto.

Il Riconoscimento Internazionale: I cappelletti ferraresi non sono solo un tesoro culinario amato localmente, ma hanno guadagnato riconoscimento internazionale per la loro qualità e autenticità. Questi piccoli bocconi di felicità gastronomica sono diventati un simbolo della ricca tradizione culinaria dell’Emilia-Romagna.

I cappelletti ferraresi sono molto più di un semplice piatto di pasta ripiena; sono un viaggio attraverso la storia, la cultura e la passione della cucina emiliana. Ogni morso di questi deliziosi cappelletti racconta una storia di maestria artigianale e dedizione alla tradizione. Se vi trovate a Ferrara o nelle vicinanze, non perdete l’occasione di assaporare questa prelibatezza che incarna il meglio della cucina italiana.

Territorio interessato alla produzione

Intera provincia di Ferrara

Cherseinta sotto le braci PAT Emilia Romagna

Focaccia bianca cotta sotto braci. Farina bianca, un trito di aglio, lardo, sale, origano e un pizzico di lievito di birra. Si amalgamano gli ingredienti e si lascia lievitare. Si spiana all’altezza di un dito e si cuoce nel caminetto, sotto le braci, per almeno mezz’ora.

Continua a leggere

Chisolini PAT Emilia Romagna

Prodotto ottenuto dall’insieme di farina bianca, lievito, sale, acqua, strutto. Si procede ad amalgamare tutti gli ingredienti. Fare riposare l’impasto coperto da un pannetto per due ore in ambiente a temperatura moderata. Reimpastare bene, formare delle sfoglie né sottili e né spesse (mezzo cm.), tagliare con il coltello dei rettangolini di circa 10 cm. di…

Continua a leggere

Faraona alla creta PAT Emilia Romagna

Una faraona, burro, sale, pepe, rosmarino, salvia, origano, creta. Dopo aver pulito la faraona, la si unge all’interno, si prepara un letto di creta morbida disponendovi sopra rametti di rosmarino, foglie di salvia e origano in polvere. Dopo aver avvolto la faraona in carta oleata la si copre con la creta e si mette in…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *