Canestrato PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Calabria

Il “canestrato” è un formaggio calabrese prodotto nelle zone di Reggio Calabria e di Crotone.

Canestrato Calabrese

Ingredienti

Il canestrato può essere prodotto:

  • con latte misto;
  • con latte vaccino o ovino.

Varietà

Esistono due versioni di canestrato, ovvero:

  • un primo tipo di formaggio canestrato è conosciuto come “tuma“, non ha sale ed è fresco;
  • diverso è invece la tipologia chiamata “primosale“, per il quale è prevista sia la salatura che la stagionatura fino a quattro mesi.

Durante la stagionatura del primosale è possibile una “cappatura”, solo con:

  • olio di oliva o anche con peperoncino.

Caratteristiche

Il canestrato è un formaggio dalla:

  • crosta dura e ruvida, ma sottile, caratterizzata dalle rigature tipiche dei formaggi conservati nei canestri;
  • il suo colore è bianco, ma diventa di un giallino chiaro se sottoposto al processo di stagionatura.

Rientra nei formaggi grassi a pasta semidura.

Per la tipologia di canestrato senza stagionatura, il sapore risulta poco intenso, ma assaggiando quello stagionato sentirai un sapore quasi piccante, abbastanza intenso.

Olive in salamoia PAT

La ricetta delle olive in salamoia varia, a seconda della regione, o per qualche ingrediente oppure per il metodo di preparazione. La versione calabrese delle olive in salamoia è molto semplice da realizzare. La ricetta prevede l’utilizzo sia di olive verdi sia di olive nere, sebbene siano più utilizzate le prime. Il periodo di preparazione…

Leggi di +

Anice PAT

Sono proprio questi preziosi semi neri che danno origine a un liquore aromatico e squisito, di alta qualità. Da ricordare che l’anice nero di Calabria è un ingrediente molto raro, la sua provenienza è individuata nel Mediterraneo orientale ed esso fa parte dela famiglia delle Apiaceae, insieme al finoccio e al prezzemolo.

Leggi di +

In cucina

La cucina calabrese ha fatto del formaggio canestrato un “ingrediente fondamentale” in tutte le preparazioni di verdure gratinate e prevede di usarlo come ultimo tocco per i primi piatti di pasta tipici della regione.

Un piatto che abbia il canestrato tra gli ingredienti, puoi abbinarlo:

  • sia ad un vino rosso dal sapore fruttato che ad un fresco vino bianco strutturato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.