Vini d’Abruzzo
CERASUOLO D’ABRUZZO DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE CERASUOLO D’ABRUZZO DOP

Cerasuolo d’Abruzzo DOP

“Cerasuolo d’Abruzzo” è una Denominazione di Origine Protetta che ricomprende due tipologie di vini: il Cerasuolo d’Abruzzo e il Cerasuolo d’Abruzzo Superiore.

Uvaggio

I vini Cerasuolo d’Abruzzo sono prodotti a partire da uve che devono provenire da vigneti composti, per almeno l’85% da esemplari del vitigno Montepulciano. La restante quota, fino ad un massimo del 15%, può essere realizzata con altri vitigni a bacca rossa non aromatici, purché idonei alla coltivazione in Abruzzo.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il vino Cerasuolo d’Abruzzo si distingue per un piacevole colore rosa ciliegia che, a seconda delle produzioni, può risultare più o meno carico. Le note olfattive che rilascia denotano un odore gradevole e finemente vinoso, fruttato e intenso. Il sapore è secco, morbido e armonico, con un retrogusto gradevolmente mandorlato. Presenta un titolo alcolometrico volumico totale minimo a 12% vol. La variante Superiore, invece, presenta un titolo alcolometrico lievemente superiore, pari a 12,5% vol., e un profumo arricchito da note speziate.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione è piuttosto ampia e comprende l’intera fascia costiera e pedemontana dell’Abruzzo, con un’inserzione verso l’entroterra, nella parte centrale, che include anche l’altopiano dell’Alto Tirino, la Valle Subequana, la Valle Peligna e la Valle Rovero. Il clima, in tutta l’area, risulta temperato.

Specificità e note storiche

La prima traccia storica della presenza, in Abruzzo, del vitigno Montepulciano la offre Michele Torcia, nel suo Saggio Itinerario Nazionale pel Paese dei Peligni, datato 1792.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO CERASUOLO D’ABRUZZO DOP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.