Abbaside, arte

L’arte abbaside si riferisce alle espressioni artistiche e architettoniche sviluppate durante il califfato abbaside, che governò dal 750 al 1258 d.C. La dinastia abbaside è nota per aver trasferito la capitale del califfato da Damasco a Baghdad, dando vita a un periodo di grande fioritura culturale e intellettuale.

Le moschee e i palazzi costruiti durante il periodo abbaside presentano caratteristiche distintive come ampie sale, cortili centrali e grandi cupole. Esempi significativi includono la Grande Moschea di Samarra e il palazzo di Ukhaidir. I minareti abbasidi sono spesso cilindrici o conici, come il famoso minareto elicoidale della Moschea di Samarra. L’architettura abbaside fece largo uso dei mattoni, spesso decorati con motivi geometrici e calligrafici

Le decorazioni abbaside sono caratterizzate da intricati motivi geometrici e arabeschi. Questi motivi non solo decoravano edifici, ma anche oggetti di uso quotidiano come ceramiche e tessuti. La calligrafia islamica raggiunse nuove vette durante il periodo abbaside, con l’uso di script come il kufico per decorare edifici e manoscritti.

Ceramica:

La ceramica abbaside è nota per l’uso della tecnica del lustro, che crea un effetto metallico brillante. Questa tecnica fu particolarmente sviluppata a Samarra. Gli artigiani abbasidi introdussero innovazioni tecniche nella produzione ceramica, come l’uso di smalti opachi e decorazioni sotto smalto.

Sebbene l’arte islamica sia spesso associata a un’assenza di rappresentazioni figurative, i manoscritti abbasidi includono illustrazioni, specialmente in opere scientifiche e letterarie. Le miniature nei manoscritti erano dettagliate e riccamente colorate, riflettendo l’influenza delle tradizioni artistiche persiane e bizantine.

Urbanistica: Baghdad, fondata dagli Abbasidi nel 762 d.C., è un esempio di pianificazione urbana avanzata, con il suo layout circolare e la divisione in quartieri residenziali, commerciali e amministrativi.

Esempi di Arte Abbaside
  • La Grande Moschea di Samarra: Costruita tra l’848 e l’852 d.C., è famosa per il suo minareto elicoidale e la vasta sala di preghiera.
  • Palazzo di Ukhaidir: Un esempio di architettura residenziale abbaside, con strutture massicce e intricate decorazioni a stucco.
  • Manoscritto di Kitab al-Aghani: Un’importante raccolta di canzoni arabe, che riflette l’interesse abbaside per la letteratura e la musica.

L’arte abbaside ha avuto un’influenza duratura sulle successive tradizioni artistiche islamiche. Le tecniche e i motivi sviluppati durante questo periodo furono adottati e adattati in altre regioni del mondo islamico, influenzando l’arte e l’architettura in Persia, in Asia centrale e oltre. L’arte abbaside rappresenta un periodo di grande innovazione e sofisticazione nell’arte islamica, caratterizzata da una fusione di influenze diverse e da un’attenzione particolare alla decorazione, all’architettura e alle arti applicate.

Deposizione Baglioni di Raffaello

Raffaello Sanzio, uno dei più grandi artisti del Rinascimento italiano, ha lasciato al mondo un’eredità di opere straordinarie, tra le quali spicca la “Deposizione Baglioni.” Questo capolavoro, creato tra il 1507 e il 1508, è una delle opere più toccanti e commoventi di Raffaello, una sublime rappresentazione della tragedia della Deposizione di Cristo.

Continua a leggere

Madonna col Bambino, san Giovannino e Angeli di Sandro Botticelli

Sandro Botticelli, maestro rinascimentale fiorentino, ha lasciato al mondo un’eredità artistica intrisa di grazia e bellezza senza tempo. Tra le sue opere più celebri, “Madonna col Bambino, san Giovannino e Angeli” spicca come un esempio straordinario della maestria e della sensibilità dell’artista. Un Capolavoro di Eleganza e Devozione La “Madonna col Bambino, san Giovannino e…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *