Vini dell’Emilia Romagna
VAL TIDONE IGP

I vini ad IGP “Val Tidone” bianchi (anche frizzanti) alla vista sono di color giallo paglierino, con profumo delicato, caratteristico e gusto secco, abboccato, amabile, dolce. Il rosso, anche frizzante, si presenta color rosso più o meno intenso, con odore caratteristico, mentre al palato risulta secco, abboccato, amabile, dolce. Le versioni frizzanti hanno spuma evanescente. Il titolo alcolometrico minimo è pari a 10% vol. per il bianco e il bianco frizzante, 10,50% per il rosso e il rosso frizzante. I parametri possono variare in funzione del vitigno e della tipologia di vino: per una caratterizzazione più puntuale si rimanda alle informazioni contenute nel disciplinare.

View More Vini dell’Emilia Romagna
VAL TIDONE IGP

Vini dell’Emilia Romagna
RUBICONE IGP

Il Bianco (10% vol.) è di color giallo paglierino, più o meno intenso, abbinato a odore di buona intensità, con sentori floreali e/o fruttati a seconda della composizione, e gusto da secco a dolce, sapido al palato. La tipologia Rosso (10% vol.) si presenta color rosso rubino, con profumo vinoso, impreziosito da note fruttate che talora si accompagnano a note floreali, spesso di viola, e a note speziate; il sapore va da secco a dolce, di buona morbidezza e giusta acidità. Il Rosato (10% vol.) ha color rosato di diverse tonalità, odore con note fruttate prevalenti e gusto da secco a dolce, di giusta morbidezza e freschezza, sapido. Le tipologie monovitigno, così come quelle frutto di un processo di vinificazione particolare, presentano ulteriori caratteristiche rintracciabili nel disciplinare.

View More Vini dell’Emilia Romagna
RUBICONE IGP

Report sul clima: Venezia rischia di sparire sott’acqua e con lei tante città costiere

C’è la data di scadenza: entro il 2100 piazza San Marco rischia di finire costantemente sott’acqua e Venezia – insieme ad altri centri urbani costieri – entra di diritto nelle città in via di estinzione. Il Mose, il sistema a paratie che tiene l’alta marea fuori dalla laguna, è progettato per eventi eccezionali, non per l’inesorabile aumento del livello del mare, legato ai cambiamenti climatici.

View More Report sul clima: Venezia rischia di sparire sott’acqua e con lei tante città costiere

Manteca del Cilento PAT

La manteca del Cilento, prodotta per l’appunto nella zona del Cilento, in provincia di Salerno, è un formaggio molto simile al burrino, e come quest’ultimo, nasce dall’esigenza di conservare il burro più a lungo possibile dalla primavera-estate, periodo in cui veniva prodotto, fino all’autunno quando i pastori transumavano a valle.

View More Manteca del Cilento PAT

Caciotta di Capra dei Monti Lattari PAT

Ancora oggi le capre napoletane, seppure in via di estinzione, pascolano in stato semibrado per i monti Lattari cibandosi di cereali, producendo un latte pregiatissimo, con il quale si confeziona la caciotta ‘e zi’ Maria, o caciotta di capra dei Monti Lattari, un formaggio prodotto da generazioni nel piccolo comune di Pimonte.

View More Caciotta di Capra dei Monti Lattari PAT

Albicocco, Prunus armeniaca L.

Biologia: ha fioritura precoce e perciò è più soggetto a danni da ritorni di gelate, nel periodo primaverile. Le cv usate sono autocompatibili (comunque quasi mai se ne usa una sola), mentre cv di origine USA sono autoincompatibili; l’impollinazione è entomofila anche se sembra esserci anche cleistogamia nelle autocompatibili, tuttavia non è possibile produrre senza impollinatori. Limiti pedoclimatici: necessita di 250-1200 UF, fabbisogno in freddo che, se non soddisfatto comporta anomalie fiorali ed elevata cascola delle gemme; principale fattore limite è l’eccesso di umidità nel terreno e nell’aria, inoltre è sensibile all’asfissia radicale. Teme le gelate di ritorno e perciò si è spostato nel sud Italia.

View More Albicocco, Prunus armeniaca L.

Vini dell’Emilia Romagna
RAVENNA IGP

Il Bianco (10% vol.) si presenta color giallo paglierino più o meno intenso, abbinato a odore di buona intensità, con sentori floreali e/o fruttati, a seconda della composizione; il gusto va da secco a dolce e risulta sapido al palato. La tipologia Rosso (10% vol.) è di colore rubino, con profumo vinoso, impreziosito da note fruttate che talora si accompagnano a note floreali, spesso di viola, e a note speziate, a seconda della composizione varietale e dell’area di coltivazione; il sapore va da secco a dolce, di buona morbidezza e giusta acidità. Il Rosato (10% vol.) ha color rosato di diverse tonalità, odore con note fruttate prevalenti e gusto da secco a dolce, di giusta morbidezza e freschezza, sapido. Per ulteriori informazioni sulle specificità delle tipologie e dei vitigni si rimanda al disciplinare.

View More Vini dell’Emilia Romagna
RAVENNA IGP